[Logo] Press Room of Knights Templar   Principality of Monaco
  [Search] Search   [Recent Topics] Recent Topics   [Hottest Topics] Hottest Topics   [Top Downloads] Top Downloads   [Members] User List  
[Register] Register /  [Login] Login 
[Logo]
The Third Millennium  RSS feed
Forum Index » Awakening
Author Message
Werner Krcivoj

100
[Avatar]

Joined: Jan 28, 2021
Messages: 88
Offline
The Third Millennium-Il Terzo millennio

22 aprile 2021

"In queste pagine, ci rivolgiamo a voi in una successione di modi diversi per assicurare ogni possibilità di comprensione e per massimizzare le vostre opportunità di catturare queste correnti di pensiero e cavalcarle oltre le semplici parole per ricordare la vostra natura eterna e il vostro scopo principale per essere attualmente incarnati sulla terra in forma umana. Perciò, a volte vi parliamo come se steste ancora dormendo sotto le coperte dell'illusione del piano materiale. Perché in effetti, questo è lo stato attuale della maggioranza degli umani. Altre volte vi parliamo come se voi stessi foste Colui che si sta risvegliando nel campo collettivo della coscienza umana. Questo è valido; è il modo in cui capirete presto l'Io dietro i vostri ruoli esteriori e le vostre immagini di sé. Nella misura in cui oscillate avanti e indietro, a volte sperimentando momenti di lucidità e di unità con il campo unificato della consapevolezza, e a volte ricadendo nei familiari schemi di pensiero della mitologia culturale prevalente, troverete entrambe le forme di indirizzo di uguale valore. Permettete alla vostra comprensione di chi siete di rilassarsi mentre vi muovete attraverso queste pagine. Le limitazioni storiche in cui vi siete definiti non sono più valide, anzi, non lo sono mai state.

La vostra natura eterna è molto più grande delle concezioni del tempo in cui l'avete tenuta definita. Libera tutto ciò che sei dalla prigione dei tuoi concetti di sé, affinché possiamo diventare uno nella tua comprensione come lo siamo sempre stati nella realtà. Permettete alla consapevolezza del momento presente di fluire liberamente tra i vostri pensieri. Avete creato il vostro corpo come un terminale terrestre per l'abitazione della consapevolezza eterna. Avete creato gli occhi per interpretare una porzione del vostro spettro energetico e le orecchie per interpretarne un'altra. Avete creato cinque sensi per avere una finestra in questi tempi su questo mondo, affinché, biologicamente vestiti, possiate meglio controllare e interagire con queste dimensioni fisiche. Non potete più permettervi di dormire nelle illusioni di questa cultura, permettendo alle meraviglie dell'input sensoriale di confondere il vostro senso dell'essere con le informazioni che ricevete. I tempi in cui vivete richiedono l'attivazione dell'intera gamma delle vostre capacità eterne. Essi chiamano ora - come facciamo noi - per la vostra incarnazione.

Quando vi definite senza tener conto della vostra fonte nella Presenza Eterna dalla quale questo universo si dispiega, quando continuate a riprodurre variazioni del tema storico, che tengono il vostro spirito eterno a distanza immaginando "altri" assoluti nel mondo che vi circonda, le illusioni del regno materiale pesano pesantemente sulla vostra coscienza. Forze che avevano il solo scopo di tenere l'energia saldamente all'interno della struttura atomica legano e limitano la tua percezione. La tua prospettiva diventa sobria; la tua visione si offusca sotto le nebbie emotive dell'eccessiva soggettività.

Come la gravità attira gli oggetti a cadere, così attira i pensieri di coloro che si definiscono senza riferimento alla Sorgente. E con i loro pensieri, anche le loro identità cadono, di nuovo nella materia, ancora e ancora. Così fu detto ai primi ego che iniziarono a pensare a se stessi in questo modo fittizio: "In polvere vi siete concepiti e in polvere ritornerete". Perché tutto il pensiero è polvere nella mente di coloro che negano la realtà che cerca di nascere nella mangiatoia della forma umana. Quando vi definite da soli, i vostri sensi vi ingannano e vi accecano. Vi chiudono in una percezione frazionata dell'universo in cui vivete. Le illusioni culturali diventano la vostra realtà, filtrando e mal interpretando tutto ciò che percepite. Come un vetro torbido, intervengono tra te e la tua comprensione di te stesso e del mondo. Tagliano fuori la consapevolezza della tua origine eterna e ti lasciano con un senso di sé inadeguato.

Nella condizione storica gli esseri umani intraprendono l'arduo compito di autodefinizione. Per ricevere assistenza in questo lavoro monumentale, accettano l'aiuto di altri nella loro società dormiente e col tempo arrivano a pensare a se stessi come a un assortimento di immagini e illusioni, spesso contraddittorie, sempre non ispirate. La vivacità della loro eterna presenza è bloccata da preconcetti ancestrali che non hanno conosciuto cambiamenti fondamentali da quando i loro antenati si sono rintanati nelle cavità delle antiche colline. Coloro che più tardi nella vita si rendono conto dei limiti di questa "povera immagine di sé" spesso cercano di migliorare la loro immagine di sé. Tuttavia, nell'intraprendere un compito che nell'ordine naturale appartiene solo alla forza vitale stessa, riescono solo, se ci riescono, a rimodellare le loro prigioni; possono sostituire le sbarre di ferro con quelle di ottone, ma la prigione rimane. All'interno di essa la loro consapevolezza rimane limitata e confinata. Non c'è che il più sottile velo tra voi e una piena percezione dimensionale della realtà, il più sottile degli schermi tra voi e il vostro sé eterno.

Non avete bisogno di alcuna tecnica elaborata o rituale per liberare questo velo. Dovete solo aprirvi alla corrente organica di consapevolezza che in ogni momento scorre verso di voi dalla fonte di tutta la vita. Quando accetti la comprensione che accompagna la consapevolezza della tua forza vitale, non sei più definito nelle immagini statiche dell'esperienza di ieri, ma nella partecipazione universale attiva. Conoscete voi stessi come un agente della creazione continua che è il grande scopo e la grande gioia di questi regni materiali.

Sebbene l'apertura alla consapevolezza della forza vitale sia facile come il rilassamento, è necessaria una deliberazione per sostenere tale apertura in una società in cui gli schemi subconsci vi richiamano continuamente alle loro abitudini familiari. Tuttavia, se il vostro amore per la realtà è sufficientemente forte, tale deliberazione non è difficile. Niente può fermare coloro il cui cuore brucia di autentica passione per la verità. E la verità che scoprirete vale la vostra passione. Perché la consapevolezza che accompagna la corrente della vostra vita è una consapevolezza eterna. È la consapevolezza del vostro spirito. L'autocomprensione che ricevete nell'esperienza del vostro spirito eterno è viva, fluida, organica. Voi siete il creatore di tutto ciò che rilevate.

Conoscete il vostro corpo come un sistema di squisiti circuiti biologici progettati per proiettare la vostra visione in questo mondo materiale e mettere a fuoco la vostra consapevolezza nell'ambiente in modo nitido e immediato. Conoscete voi stessi come un'espressione dell'Essere universale, come una cellula nel corpo terrestre dell'Uno la cui coscienza si sta ora risvegliando nella famiglia umana, una coscienza che è in definitiva, e meravigliosamente, la vostra.

Un Essere è la fonte di tutte le creature. La vita di quell'Essere risplende attraverso i molteplici prismi dei diversi mondi, rifrangendosi, riflettendo, diventando i molti, pur rimanendo sempre uno in essenza, come i colori di uno spettro o le cellule di un corpo. La distinzione tra voi e questo Essere non è assoluta ma organica, come la distinzione tra le foglie di un albero o la distinzione tra le note che contribuiscono alle armonie di una canzone. Dietro la vostra individualità, sotto le vostre immagini culturali di sé, quell'Essere è ciò che siete.

Vi portiamo queste trasmissioni affinché possiate tornare a vivere come noi, in piena coscienza della vostra fonte. Tutto ciò che si frappone tra voi e la consapevolezza dell'Essere alla fonte della vita può essere rilasciato facilmente come un sospiro. Anche ora, siete a un soffio dal sottile spostamento percettivo che permette di trasformare la vostra identità da individuo solitario alla fonte di ogni individuo, dall'oggetto dell'attenzione al flusso stesso dell'attenzione, dai contenuti della coscienza alla consapevolezza che porta alla luce tutti i contenuti.

Quando conosci te stesso in questo modo, riconosci gli altri della tua specie. Ci percepite. Noi comunichiamo. Quando la nostra comunicazione sfocia in comunione, ti riconosci in noi. Vi risvegliate alla consapevolezza della nostra fonte comune. Siamo esseri che abitano coscientemente la Presenza universale. Nei campi dello spazio e del tempo individuiamo le qualità dello stesso Essere che condividiamo con voi, così come voi avete individuato altre qualità di quell'Essere. Anche se non tutti noi abbiamo scelto, come voi avete scelto, di vestire la forma umana, siamo comunque la vostra famiglia nel tempo, le vostre sorelle, i vostri fratelli. Al di là del tempo, siamo uno. Siamo una razza di viaggiatori, esseri spirituali nei campi eterni di luce; tuttavia siamo voi stessi come sareste stati se non aveste ceduto all'incantesimo della materia. Siamo voi come rimanete al di là dell'illusione materiale, rivolgendoci in queste pagine a una parte addormentata di noi stessi affinché possiate risvegliarvi e conoscere questa consapevolezza come vostra.

Vorremmo far brillare la luce sulla realtà della vostra presenza da dietro di voi, da sopra di voi, da sotto di voi, affinché finalmente possiate riconoscere quella luce dentro di voi e risvegliarvi. C'è solo uno che dorme, anche se dorme sotto cinque miliardi di coperte diverse di illusione umana. E c'è solo uno che si risveglia, e risvegliandosi, indossa le coperte dell'antica illusione come vesti trasformate di biologia luminosa.

Non c'è una parola in questa lingua che trasmetta il significato di io, voi e noi contemporaneamente. Eppure è in questa comprensione che queste trasmissioni hanno origine, ed è a questa comprensione che conducono. Voi siete su entrambi i lati di questa comunicazione, dando e ricevendo, sia formando questi pensieri che essendo informati. Conosciamo in noi un centro dell'essere che è al di là delle creazioni temporali. Centrati nell'identità eterna, siamo liberi di viaggiare attraverso i regni del passato e del futuro. Eppure quelli tra noi che assumono forma materiale lo fanno sempre nel tempo lineare. Questa non è una limitazione; è il meccanismo della cornice della creazione. Nessun artista si accingerebbe a dipingere una tela sconfinata che si estendesse all'infinito in tutte le direzioni. È così che noi stabiliamo i parametri dei mondi manifesti, inquadrando ogni spazio nei confini del tempo.

Sappiamo da molto tempo che una svolta sarebbe arrivata nello svolgimento di quest'arte universale, dopo la quale gli esseri umani sarebbero stati il nostro principale mezzo di creazione futura, nonché l'organo di consapevolezza attraverso il quale avremmo interpretato e goduto del piano materiale. Quel tempo è ora. Vi invitiamo a lasciare le vostre impressioni storiche dell'esperienza umana per elevarvi al vostro livello naturale di coscienza. Il vostro corpo umano è stato progettato per permettere alla vostra autoconsapevolezza di cavalcare sulla cresta dell'onda della creazione - in quel preciso punto di rottura in cui l'unica onda eterna si schizza nei molti e nei loro mondi lineari del tempo. Come proiezione rappresentativa dell'eternità, una terminazione nervosa di Dio-in-materia, tu rimani cosciente dell'unità eterna anche mentre sperimenti te stesso come parte del tessuto materiale della diversità.

Essere l'Uno e contemporaneamente i molti - questa è la vostra chiamata, il vostro scopo, il destino ultimo della vostra specie. Voi che dormite ancora sotto l'incantesimo della materia, guardate oltre le descrizioni della realtà date da coloro che cercano di guidarvi dall'esterno. Apritevi all'informazione vivente della forza vitale che sorge in voi. Questa informazione è viva; è l'unica guida di cui avete bisogno. Ai livelli più profondi del vostro essere avete sempre saputo queste cose. Dietro i vostri ruoli e le illusioni della società non siete separati dalla fonte della vita, né siete tagliati fuori dall'intelligenza che, progettando ogni forma e struttura, vi soffia il respiro della vita.

Noi che abitiamo i campi di luce condividiamo con voi uno spirito comune. Vi conoscevamo fin dall'inizio, molto prima che voi indossaste le vesti della terra e del ruscello. In unione con voi abbiamo inviato le correnti armoniche che hanno portato all'esistenza di questo mondo. Insieme abbiamo diviso i cieli e aperto le acque del cielo. Dov'eri allora se non con noi? Insieme abbiamo formato le montagne e le valli dei fiumi. Insieme abbiamo attinto alle sorgenti del profondo. Insieme abbiamo versato il nostro splendore in questo mondo e abbiamo reso più vive le sue creature d'acqua, di terra e di cielo. Venite. Riuniamoci. Spazzate via i pensieri polverosi di un'epoca più buia. Il tempo e lo spazio non ruotano intorno al genere umano, ma i nostri sogni sì, i nostri piani sì.

Dipendiamo da voi per dare forma e consistenza all'ordine che riposa implicito in tutta la Creazione da prima che le prime nebulose stellari illuminassero lo spazio dimensionale. Vi invitiamo ad aiutarci a portare in formazione fisica la visione che ispira l'universo. Vedete, oh umani di questo mondo attuale? Capite? Voi siete il modello, il prototipo di una specie nuova e universale, parte solare, parte materiale, sia temporale che eterna, la specie che attraverserà l'abisso tra il visibile e l'invisibile, portando nuovi mondi in forma. Attraverso di voi si verificherà un nuovo ciclo di creazione senza precedenti.

La consapevolezza verso la quale vi chiamiamo si trova molto al di sopra dei circuiti intricati del pensiero strutturato linguisticamente. Le sue percezioni differiscono dalle vostre percezioni culturali attuali e passeggere tanto quanto il mondo della veglia differisce dal più profondo sonno di mezzanotte. Echi di questa consapevolezza hanno sempre infestato il continuum storico, affiorando qua e là nella vostra musica migliore, brillando occasionalmente nella vostra arte migliore. Ma quando si ha la visione aperta e imparziale dell'eternità, anche il meglio di ciò che è stato diventa fioco alla luce di ciò che si vede. Perché in verità anche i migliori momenti del passato umano non sono che rozze caricature bidimensionali del futuro che presto sarà".

- Ken Carey, Il terzo millennio

***

Separare il mare di Washington: Una Guida al Grande Risveglio

"James O'Brien ha scritto uno dei pezzi più belli e uno dei più edificanti e ispiratori che abbia mai letto, intrecciando concetti in un arazzo che alla fine, lascia già nella luce alla fine del tunnel".

https://t.me/antonellawerner
[Thumb - index.jpg]
 Filename index.jpg [Disk] Download
 Description No description given
 Filesize 24 Kbytes
 Downloaded:  0 time(s)

aim icon [MSN] [Twitter!]
 
Forum Index » Awakening
Message Quick Reply
Go to:   
MobileView